Notizie

Displaying items by tag: corti cinematografici

Mercoledì, 09 Ottobre 2019 10:17

Un possibile ritorno alla tradizione Disney

Gli studi d’animazione Disney non escludono la possibilità di un ritorno al disegno a mano.

In una recente intervista a Jennifer LeePeter Del Vecho e Chris Buck abbiamo appreso informazioni interessanti per quanto riguarda la prospettiva futura dell’animazione Disney, in particolare si è arrivati a parlare della possibilità di ritornare al disegno a mano.

Lee è l’attuale direttrice creativa dei Walt Disney Animation Studios, ha preso il posto di John Lasseter nel 2018. Ecco quali sono i principali cambiamenti su cui si è concentrata Jennifer:

“Siamo molto concentrati sui film che sono in produzione al momento. Da Ralph [Spacca Internet], a Frozen [2] a Raya [e l’ultimo dragone], cerchiamo un senso di uguaglianza per mantenere la nostra storia attiva e funzionante. Una delle cose per cui sono più entusiasta è che vogliamo davvero far crescere nuovi talenti. […] La cosa migliore è creare nuove opportunità per i giovani talenti. Non tutti i reparti hanno accesso alla storia, creare quell’accesso, costruire nuovi programmi per le persone che provano a spingere la tecnologia in modo mai fatto prima, con nuovi stili mai provati.”

Jennifer Lee

Spazio, quindi, ai giovani e alle nuove idee: la Disney cerca e valorizza l’originalità e il talento. Ad esempio, all’inizio di quest’anno, è partito il progetto Pixar Spark Shorts in cui ad animatori con meno esperienza è stata data la possibilità di creare un corto.

Oltre alla creatività, che possiamo ben immaginare essere una parte importante degli studi Disney, Lee ha parlato anche di stile. La tecnica con cui vengono eseguiti i film della casa cinematografica è spesso parte importante della storia.

Disney e il disegno a mano

Abbiamo appena finito di parlare dell’importanza dello stile di ogni film Disney, ricordiamo anche che l’ultimo film realizzato con disegno a mano risale a dieci anni fa. La principessa e il ranocchio è stato l’ultimo classico Disney a sperimentare quello stile. Andando avanti con gli anni si sviluppano nuove tecniche e i film animati al computer sono sempre più curati. Perché, allora, non ci dispiacerebbe rivedere il disegno a mano in un film moderno? Forse la spiegazione più semplice si può racchiudere in una parola: nostalgia.

Alla maggior parte degli spettatori dei film d’animazione Disney piacerebbe vedere un ritorno delle linee bidimensionali. Il motivo può essere perché ci ricorda lo stile dei cartoni dell’infanzia come: La SirenettaLa bella addormentata nel boscoCenerentolaIl re leone e tanti altri. Oppure perché in qualche modo dona una certa magia aggiuntiva alla storia. Magari preferiamo vedere un disegno a mano, piuttosto che una riproduzione al computer della realtà, perché quando guardiamo un classico Disney ci piacerebbe allontanarci da quest’ultima.

Ecco cosa ha detto Peter Del Vecho, produttore de La principessa e il ranocchio, in merito al disegno a mano:

“Direi che c’è ancora molta influenza da parte del disegno a mano nei nostri film di grafica computerizzata. Penso che siamo l’unico studio al mondo in grado di fare entrambe le cose, per come evolviamo nel tempo e sperimentiamo diversi stili. Ma alla fine spetta ai registi decidere come deve essere raccontata una certa storia.”

Peter Del Vecho

 

Chis Buck, produttore di Frozen e del sequel insieme a Lee e Del Vecho, interviene puntualizzando che c’è qualcosa che le persone spesso ignorano. Gli animatori che lavoravano con disegni a mano hanno aiutato moltissimo i colleghi specializzati della computer grafica.

“Quando guardi un nostro film di oggi anche se appare in CGI, ha comunque un legame con il disegno a mano”

Chris Buck

 

Il disegno a mano tornerà?

Dalle parole dei grandi produttori della Disney, sembra che vedere realizzato un nuovo film con i disegni a mano, non sia un’ipotesi tanto difficile. Infatti, se un regista avesse una storia in particolare che richiedesse questo tipo di stile, Jennifer Lee si è mostrata totalmente favorevole all’idea e all’impiego del giusto stile richiesto dai registi.

Un esempio recente di disegno 2D

All’inizio abbiamo accennato ai Pixar Spark Shorts, in questi i creatori avevano assoluta libertà sia dal punto di vista della trama che per lo stile. Kitbull è uno dei corti realizzato con un stile diverso dal solito.

 

Fonte: metropolitanmagazine.it

Published in Blog

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.